Listino Tudor Pelagos 42 mm

0
608

I Tudor Pelagos. Questo è un orologio che non vedo l'ora di mettere al polso da quando l'ho visto per la prima volta a Basel World nel marzo dello scorso anno.

Vedete, sembra esserci un desiderio quasi preternaturale di saperne di più su Tudor da parte dei nostri lettori.

Abbiamo ricevuto innumerevoli email, tweet e messaggi sia sui Pelagos che sulla Black Bay di ispirazione vintage, così abbiamo fatto tutto il possibile per averne uno. Quindi, senza ulteriori indugi, ecco la tua recensione di Week On The Wrist dei Tudor Pelagos.

Che cos'è Tudor?

Prima di parlare di Tudor di oggi, parliamo di Tudor del XX secolo. Montres Tudor, SA è infatti interamente di proprietà di Rolex.

E' così dal primo giorno.

Ma questo non significa che Rolex e Tudor sono la stessa azienda (beh, legalmente, potrebbe), ma quando Hans Wildorf fondò Tudor il 6 marzo 1946, sapeva già allora che per creare un prodotto convincente, doveva essere non solo robusto e interessante, ma anche avere una propria identità.

I primi modelli Tudor furono venduti con il nome "Oyster", adottando la già famosa custodia impermeabile Rolex. Nel 1952, Tudor presenta la linea "Oyster Prince", che diventerà la base della collezione per generazioni.

Da alcuni anni ho preso in considerazione l'idea di realizzare un orologio che i nostri agenti potessero vendere a un prezzo diverso da quello dei nostri orologi Rolex, ma che potesse raggiungere gli standard di affidabilità per i quali Rolex è famoso.

HANS WILSDORF, FONDATORE DI ROLEX

Wilsdorf iniziò un'intensa attività di marketing dietro a Tudor con il lancio della linea Oyster Prince, e sebbene Tudor all'epoca fosse effettivamente designato come un orologio che "i nostri agenti (Rolex) potevano vendere a un livello di prezzo diverso dai nostri orologi Rolex", Tudor ha una propria serie di innovazioni tecniche di cui può essere orgogliosa, una propria storia di esplorazione scientifica (nel 1952, 30 orologi Tudor si unirono alla Royal Navy in uno storico viaggio scientifico in Groenlandia), e una propria serie di collezionisti dedicati.

Tuttavia, era importante che, anche nella pubblicità, i Tudor apparissero più accessibili di Rolex. Così, mentre una pubblicità per un Rolex potrebbe mostrare un uomo benestante che gioca a golf o a cavallo, una pubblicità Tudor potrebbe mostrare un uomo che lavora su una strada o in una miniera.

Pensare a un uomo che lavora in una miniera con indosso un Tudor potrebbe sembrare un po' sciocco, ma bisogna ricordare che negli anni '50 e '60, ogni uomo indossava un orologio meccanico, e Tudor rappresentava un'opzione molto reale, molto raggiungibile.

Qual era quindi la differenza tra gli orologi Tudor e Rolex di allora? Le casse e i bracciali degli orologi da polso Tudor erano praticamente identici a quelli di un Rolex. In realtà, si potrebbe sostenere che l'unica vera differenza, soprattutto nei primi tempi, era l'uso di movimenti forniti dall'ETA in contrapposizione ai movimenti di manifattura Rolex. Gli orologi Tudor hanno portato casse, bracciali e corone firmate Rolex fino agli anni Novanta.

Ma, poiché Tudor e Rolex condividevano così tanto - compresi diversi nomi di modelli - era difficile per Tudor essere considerato tutt'altro che un'alternativa meno costosa a un Rolex. Erano venduti esclusivamente attraverso i concessionari Rolex e avevano poca identità propria - anche se sono stati i primi a firmare Tiger Woods come ambasciatore, prima di partire per TAG Heuer, per poi tornare a Rolex l'anno scorso.

Ti consigliamo:
CONDIVIDI
Articolo precedenteQuotazione orologi: borsino Rolex usati
Prossimo articoloRivenditori Paul Picot Napoli
La nostra redazione è costantemente impegnata nel ricercare fonti attendibili e produrre contenuti informativi, guide e suggerimenti utili gratuiti per i lettori di questo sito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here