Pirelli lancia gli pneumatici di classe

La sicurezza alla guida è ovviamente il primo criterio che bisogna prendere in considerazione quando arriva il momento di scegliere dei nuovi pneumatici per la propria automobile. Tuttavia, gli amanti della classe e del lusso si trovano di fronte a un dilemma: i modelli a disposizione sono sempre più numerosi e qualitativamente all’altezza della situazione, e ad esempio sul sito di www.euroimportpneumatici.com, azienda leader in Italia nello shopping online di gomme per auto e moto, esistono oltre 25mila differenti prodotti; ma come coniugare le prestazioni all’estetica? Ecco alcune notizie interessanti che arrivano proprio dall’Italia, e per la precisione dalle nuove strategie sperimentate sugli pneumatici Pirelli PZero, che sono i più utilizzati sulle hypercar e diventano anche “sartoriali”.

Il regalo per i 100 anni. Il 2016 è l’anno in cui la Lamborghini festeggia i cento anni dalla nascita del fondatore Ferruccio, e per l’occasione ha deciso di lanciare un modello ribattezzato, per l’appunto, Centenario. A calzare le ruote di questa potente supercar non potevano che essere gli pneumatici P Zero, studiati dai tecnici milanesi su misura per le prestazioni della Lamborghini, per assicurare prestazioni di accelerazione e di handling superiori rispetto alle coperture tradizionali. Così, gli ingegneri hanno lavorato alla fase di sviluppo di un prodotto pressoché perfetto, focalizzandosi in particolare sul profilo del tallone, che garantisce una risposta più rapida e precisa alle sollecitazioni dello sterzo, sui nuovi componenti ibridi di rinforzo della mescola, che migliorano la gestione del riscaldamento e dunque l’aderenza al terreno, e infine sul design del battistrada, per ottimizzare l’impronta a terra.

Il top del made in Italy. Anche la Maserati ha deciso di continuare a vestire gomme Pirelli PZero: nell’ultimo Salone di Ginevra, infatti, è stata svelta la nuova Levante, prima vettura SUV della casa del Tridente. Per Pirelli, dunque, si è reso necessario l’adattamento del modello di base alle esigenze di performance e handling della nuova auto, e in particolare a caratteristiche come il cambio automatico a otto marce e la trazione integrale inseribile; il risultato finale è comunque uno pneumatico assolutamente all’altezza della sfida, con una nuova mescola e un profilo specifico che consente di tenere una guida comoda e una gestione totale della vettura.

Quando l’estetica incontra la velocità. Per gli amanti dei brividi dell’alta velocità, segnaliamo due ulteriori partnership consolidate tra gomme Pirelli PZero e supercar. La prima è con la casa che rappresenta il simbolo stesso del lusso e dell’eleganza, ovvero la mitica Ferrari: anche l’ultima creatura del Cavallino Rampante ha scelto ancora pneumatici Pirelli come gommatura in primo equipaggiamento, sinonimo di comfort e prestazioni, per continuare il binomio vincente tra due aziende che rappresentano il meglio del made in Italy. Qualche chilometro più in là, anche la Pagani Huayra Bc ha mantenuto l’esclusiva con le gomme Pirelli, nella particolare versione P Zero Corsa, che consentirà alla hypercar del brand modenese estrema sicurezza in tutte le condizioni d’impiego, grazie a soluzioni che ricordano quelle utilizzate nell’esperienza in Formula Uno e particolarmente adatte a una vettura la cui potenza sfiora i 1000 cavalli.

Come in sartoria. Gli pneumatici Pirelli Pzero hanno raggiunto un numero record di omologazioni nello scorso anno, toccando quota 353: vale a dire quasi una omologazione al giorno, con un trend che è proseguito anche nel 2016. Il segreto del successo degli pneumatici Pirelli Pzero sta, oltre che nell’attenzione ai dettagli e nella qualità delle materie prime, anche nella strategia di realizzazione dei prodotti. Per la precisione, il processo è stato definito Perfect fit e si basa sullo studio delle esigenze della singola auto dei segmenti premium e prestige per creare la gomma giusta e ottimizzata per le specifiche caratteristiche della vettura, con tecnologie, processi e materiali dedicati. Il tocco sartoriale è poi sottolineato e impreziosito anche dalla marcatura sul fianco della copertura, un simbolo speciale che rappresenta la griffe di Pirelli.